Nasce Sartieri 1931

Nel 1975 Ernesto e suo figlio Mario decidono di costruire una nuova cantina più grande ed efficiente. I lavori terminano due anni dopo ma, nel 1979, una frana danneggia gravemente l’edificio. Nel 1980 cominciano i lavori di ricostruzione, ed Ernesto e Paolino si uniscono, non più solo dal punto di vista commerciale, ma anche famigliare, con il matrimonio dei loro figli Mario e Enrica. Alla fine degli anni’80 una seconda frana travolge la cantina e la casa: i danni sono enormi e la famiglia decide di trasferirsi a Casteggio, sospendere l’attività vinicola, e mantenere solo i vigneti. Gli anni duemila vedono il ritorno in azienda di Vitale Perucchini, zio di Enrica, che dopo lunghi anni trascorsi a Milano e all’estero decide di tornare in Oltrepò pavese, terra natìa della madre. Vitale mette a disposizione dell’attività la sua grande esperienza manageriale e la sua mentalità meneghina e, insieme a sua nipote, elaborano un progetto di ricostruzione dell’azienda. Vitale oggi non può vedere la sua opera completata e Sartieri 1931, riportando il suo anno di nascita, vuole onorare la sua grande esperienza di industriale, uomo di mondo e zio.

Oggi Enrica, Mario e il loro figlio Valerio, sono protagonisti di un’azienda rinnovata in tutto, tranne che nei valori…. quelli li abbiamo conservati intatti.

ENRICA, MARIO E VALERIO SAVIOTTI

Nasce Sartieri 1931

Nel 1975 Ernesto e suo figlio Mario decidono di costruire una nuova cantina più grande ed efficiente. I lavori terminano due anni dopo ma, nel 1979, una frana danneggia gravemente l’edificio. Nel 1980 cominciano i lavori di ricostruzione, ed Ernesto e Paolino si uniscono, non più solo dal punto di vista commerciale, ma anche famigliare, con il matrimonio dei loro figli Mario e Enrica. Alla fine degli anni’80 una seconda frana travolge la cantina e la casa: i danni sono enormi e la famiglia decide di trasferirsi a Casteggio, sospendere l’attività vinicola, e mantenere solo i vigneti. Gli anni duemila vedono il ritorno in azienda di Vitale Perucchini, zio di Enrica, che dopo lunghi anni trascorsi a Milano e all’estero decide di tornare in Oltrepò pavese, terra natìa della madre. Vitale mette a disposizione dell’attività la sua grande esperienza manageriale e la sua mentalità meneghina e, insieme a sua nipote, elaborano un progetto di ricostruzione dell’azienda. Vitale oggi non può vedere la sua opera completata e Sartieri 1931, riportando il suo anno di nascita, vuole onorare la sua grande esperienza di industriale, uomo di mondo e zio.

Oggi Enrica, Mario e il loro figlio Valerio, sono protagonisti di un’azienda rinnovata in tutto, tranne che nei valori…. quelli li abbiamo conservati intatti.

ENRICA, MARIO E VALERIO SAVIOTTI

Dalla vigna alla bottiglia...
un nuovo vino in Oltrepò Pavese

L'approccio sartoriale

I nostri vini sono curati, ricercati e calibrati nei loro elementi, creati pensando a quel completo elegante che vi accompagna nelle cene formali, a quell'accessorio eccentrico che vi distingue durante l'aperitivo con gli amici, al foulard di seta da indossare alle cene di famiglia e a quel vestito luccicante che vi rende il protagonista della festa.